L’Italia è schiava degli Americani ? Teoria o verità ?

Buon Anno a tutti i lettori del Blog e che sia un 2020 sempre pieno di misteri da poter commentare insieme come abbiamo fatto da oramai 5 anni.

Sono da sempre un curioso vivisezionatore delle notizie date alle Tv in particolare quando si tratta di Stati Uniti di America, la Grande Aquila americana che regna incontrastata  sulle nostre teste da quando per alterne vicende , perdemmo una guerra che a dire il vero era già persa in partenza.

Mi sono accorto, che vigeva in tutte le notizie riguardanti gli Usa una legge non scritta di una censura neanche tanto velata … e da qualche articolo trovato in rete, forse … ho trovato un buon motivo valido.

Leggiamo insieme questo interessante articolo .

Dal 1933 L’ITALIA è una Corporation Privata iscritta al S.E.C. di Washington D.C. (USA, Securities and Exchange Commission). Quindi l’Italia anziché essere una Repubblica libera e pubblica è una Private Company e lo “Stato” possiede il Diritto di Proprietà delle PERSONE nate sul suo territorio. Anche il Senato, la Camera dei Deputati, i Tribunali, le Regioni, etc. sono tutte Aziende con Regolamenti, Consigli di Amministrazione e una Gestione Societaria Privata.

La legge realmente vigente sulla nostra nazione sarebbe il ‘diritto commerciale’ o U.C.C. (Unified Commercial Code), che deriva direttamente dal Diritto Marittimo. Insomma l’Italia è un’azienda, con i suoi schiavetti, il cui scopo è produrre profitti enormi per qualcuno che poco o nulla centra con il Bel Paese.

La cosa straordinaria è che tutte queste informazioni sono accessibili da chiunque. Nulla di segreto dunque, ma tutto alla luce del sole. Questo perchè il POTERE, per poter durare nel tempo, si deve basare sulla legge del ‘consenso’ o del ‘libero arbitrio’. Lo sapevano già gli antichi romani che sul consenso (ottenuto con menzogne, forzature, trucchi, retorica e quant’altro) erano riusciti a costruire uno dei più grandi imperi che la storia ricordi.

Il consenso dei cittadini è, dunque, indispensabile ancora oggi e la ‘politica’ altro non è che la nobile arte di guadagnare e mantenere il consenso del popolo. Senza consenso dei suoi abitanti è IMPOSSIBILE governare una qualsiasi Nazione.

L’Italia è dunque una società privata, la cui ragione sociale è ‘REPUBLIC OF ITALY‘, il cui numero di matricola è 0000052782:

Ecco a voi la scheda a l’Italia dedicata.

Ci sono due livelli di conoscenza: uno per il ‘popolino’ dove esistono gli Stati gestiti democraticamente dal popolo stesso e dove le tasse servono a far funzionare i servizi (quello che impariamo a scuola in pratica), e l’altro livello per le sfere alte, dove il Mondo è di proprietà di ignoti e suddiviso in zone ‘private’ gestite da organizzazioni sovranazionali di cui non siamo tenuti a sapere nulla. Ma che sono li, sotto i nostri occhi…

I pre(potenti) usano una Società di Diritto Privato, quotata sui mercati finanziari, fingono che sia uno Stato (Republic of Italy), un ente pubblico, in realtà è nei fatti di diritto privatissimo, e lo usano per fare business, quattrini, denaro, profitto alle nostre spalle. E ci chiedono anche di pagare le tasse per mantenere una Società di Diritto Privato che non è nostra.

Il concetto è, quindi, che se tu accetti questo sistema, ti autodefinisci incapace, bisognoso di essere amministrato in modo coatto, perché oltre ad essere disperso in mare, quindi senza diritti e in bancarotta (non hai mai reclamato ciò che è tuo), non sai neanche chi sei. Per assurdo, ogni autorità, infatti, deve chiederti chi sei, altrimenti non ti può toccare nemmeno con un dito, non avrebbe la giurisdizione per farlo.

Quindi l’Italia NON è una Repubblica libera e pubblica, ma una Colonia che agisce come una PRIVATE COMPANY e lo Stato possiede il diritto di proprietà delle Persone (noi tutti) nate sul suo territorio.

Al momento della tua nascita, senza avvisarti, è stato creato un trust, cioè un sistema fiduciario, che ha per oggetto la tua esistenza in vita. E i tuoi genitori hanno avvallato e firmato questo trust senza essere stati avvisati. Infatti è proprio negli anni ’30 che diventa obbligatorio, guarda caso, registrare le nascite, appropriandosi così del consenso. Ecco perché questo sistema è fraudolento. In realtà il Certificato di Nascita è un avvertimento, perché è la costituzione di una personalità fittizia, che non appartiene a te, ma a loro. Infatti se erroneamente si potesse pensare che il Certificato di Nascita appartenga a noi, basterebbe provare ad andare in una qualsiasi anagrafe di competenza a chiederne l’originale: possiamo averne una copia, un estratto, ma MAI l’originale!

Questo trust è creato secondo le Leggi Marittime e dell’Ammiragliato che trascendono sempre le leggi delle varie nazioni e che è la giurisprudenza segreta dei potenti e dell’élite. Il beneficiario del trust è la Società di Diritto Privato chiamata Repubblica Italiana. Ma beneficiario di cosa? Beneficiario di un bond, di un titolo di possesso, o di una quota societaria che attualmente viene stimato approssimativamente intorno ai 2 milioni di dollari. In pratica lo Stato Italiano (ed i suoi Padroni, i banchieri proprietari di una banca-finanziaria) creano alla tua nascita 2 milioni di dollari a mezzo di un bond o titolo ed il collaterale di questo bond è la tua esistenza in vita, che significa: produttività, forza lavoro (sempre meno pagata e tutelata così ci guadagnano di più), che è il valore reale, sfruttandoti fino al limite delle tue possibilità.

L’equivalenza perversa è: nascita = creazione di un bond e di denaro fittizio = la tua esistenza in vita e quindi il tuo futuro lavoro (pagato pochissimo se possibile e come stanno evidentemente facendo) = SCHIAVITU’!
Il “tuo bond” è depositato alla S.E.C, come security o titolo fiduciario ed entra a far parte del patrimonio di quella “Company” registrata come “Governo” della Repubblica Italiana colonia degli USA e dei banchieri….e il cerchio si chiude…

Dopo quanto appena detto, è necessario che ognuno di noi prenda la responsabilità della propria vita e la smetta di delegare. Sopratutto di delegare ad un sistema che ci vuole annientare. Un primo passo è l’autocertificazione che fino a prova contraria ognuno può sottoscrivere…

Massimo
Massimo