Ci sono Alieni sotto il Lago più profondo del mondo ?

Curiosi resoconti di extraterrestri che trascinano Steven Spielberg nel gioiello siberiano Baikal. Vero o no sull’interesse di Spielberg, il lago è forse l’obiettivo principale degli UFO in Russia.

Sin dai tempi antichi, il vasto lago Baikal è stato conosciuto come profondamente misterioso, ma negli ultimi anni dell’era sovietica, e da allora, è stata la sede di numerosi presunti avvistamenti di alieni e UFO.

Inizialmente questi erano coperti dalle autorità dell’URSS, ma in seguito furono rivelati dai media russi.

Negli ultimi giorni ci sono stati rapporti non confermati in Russia che il regista americano Steven Spielberg sta pianificando un documentario basato su questi racconti bizzarri e inspiegabili. Al momento della stesura di questo articolo, sembrava essere una bufala, anche se non era chiaro chi avesse messo radici nei media russi.

Le versioni di attività extra-terrestre a Baikal – orlate da montagne e contenenti un quinto dell’acqua dolce non ghiacciata del mondo – si riferiscono a presunti alieni visti dai subacquei militari nella sua profondità e grandi ‘astronavi’ che si librano sulle sue distese grigie e lunatiche.

Alcune delle immagini qui mostrano ciò che due fotografi hanno sostenuto erano gli UFO che ronzavano sul lago, mentre altri sono modelli di NTV basati sulla descrizione di un incidente a Kudara-Somon, in Buriazia, esattamente un quarto di secolo fa.

Mock-up del canale NTV di “disco volante” basato su resoconti dei residenti del villaggio di Kudara-Somon nel 1990. Immagini: NTV

Un caso per il quale non c’erano immagini, ma una descrizione intrigante, si è verificato a Kurma, nella regione di Irkutsk, il 17 aprile 1987. Le parole che seguono provengono da Valery Rudentsov, un residente locale del vicino villaggio di Shida:

“C’erano 13 di noi. Verso le 12.20 uno dei nostri ragazzi è uscito nel cortile, pochi secondi dopo corre e ci chiama tutti fuori. Si fermò al centro del cortile e puntò il dito verso il cielo.

“Diagonalmente dal suo gesto – 150 metri sopra di noi – era appeso un enorme disco volante. Dal centro del piatto andò un raggio viola fosforescente. E ai bordi del piatto c’erano degli oblò gialli, quasi come nelle nostre case rurali. Il diametro del piatto era di 70 metri. L’abbiamo visto così chiaramente e per molto tempo qualcuno ha persino suggerito di lanciargli una pietra …

“Il tempo era incredibilmente silenzioso, non si sentiva alcun suono dal disco appeso, anche se dietro di noi c’era il villaggio di Kurma – c’era il rumore di un cane che abbaiava, l’abbuffarsi di mucche. Eravamo incantati.

“Era una luna piena e la visibilità era così chiara che nessuno di noi poteva dubitare della realtà di ciò che vedevamo. E poi il piatto scivolò via agevolmente, navigò lungo la riva della baia e scivolò ulteriormente nelle colline di Olkhon. Né prima né dopo ho mai incontrato una cosa del genere.

“Ma da quel momento è stata una specie di sacrilegio per me – non credere negli UFO. Il mio amico Alexander, un cacciatore, e i suoi colleghi che hanno vissuto lì per 20 anni, spesso vedono gli UFO – e tutto va bene, è ancora vivo. Quindi, se parliamo di palle incandescenti o ‘sigari’, li vediamo costantemente sulle rive del lago Baikal. Loro esistono.’

Il caso evidenziato dal canale NTV era il 16 maggio 1990 nel villaggio di Kudara-Somon, nel distretto di Kyakhtinsky, a circa 300 km da Ulan-Ude, capitale della Repubblica di Buriazia.

Margarita Tsybikova ricorda la visita degli UFO a Kudara-Somon. Marina Zimireva mostra dove è atterrato il “disco volante”. Immagini: NTV

Olga Fedorova, una residente locale, ha ricordato: “Ad un certo punto tutto è diventato giallo. Mia figlia è tornata a casa da scuola. Ho guardato – la sua faccia era gialla. “

La spiegazione divenne presto chiara, secondo i resoconti degli abitanti dei villaggi.

Vasilij Timofeev parlava di un disco volante. ‘Il suo diametro era di circa 30 metri, brillava brillantemente. Ma non ho visto un’immagine chiara di metallo o qualcosa di simile. “

Un’altra residente, Margarita Tsybikova, ha detto: “Da questo piatto sono calate le persone con costumi scintillanti e scintillanti”. Olga ha spiegato: “C’erano persone, per quanto ricordo, tre persone in abiti gialli scintillanti. Sembra che ci fossero persone, sì. “

Marina Zimireva, che dice anche di aver assistito a questo spettacolo straordinario, ha detto: “Era una specie di cerchio, si può dire, era come un disco.Ha girato sul bordo e, beh, le finestre erano visibili.

“Ho deciso personalmente per me di essere persone. Avevano qualche immagine umana. Erano uguali: diritti, snelli, avevano braccia e gambe. E la loro andatura era uguale alla nostra. Un po ‘più in basso c’erano tre semi arancioni. Scesero dal disco come un uomo: i gradini erano molto visibili. “

Poi, mentre raccontavano lo strano evento, gli “alieni” vedevano le persone che li osservavano. Tornarono alla loro astronave e volarono via.

Una foto scattata da Nikita Tomin, mostra tre luci verdi su un UFO che sorvola un resort sul lago nella regione di Irkutsk. Immagini: Baikal Press, NTV

Il guardiacaccia Gennady Lipinsky ricorda anche di aver visto un UFO. “Quando l’ho visto, volava basso. Fino a quando scomparve all’orizzonte, continuai a guardarlo. Lo chiamo palla di fuoco, e quello che realmente era – non posso saperlo. “

Il presidente dell’Unione dei fotografi della Buriazia, Sergey Konechnykh, Ulan-Ude, ha citato un episodio molto più recente, il 9 luglio 2009, verso le 22:00.

“Mio figlio ed io siamo andati sul balcone per vedere l’ultimo tramonto calante.All’improvviso apparvero questi due punti luminosi e si librarono sull’acqua. “

Le sue immagini di questo incidente sono chiare ma forse sollevano il maggior numero di domande a cui rispondono. Mostrano due bagliori nel cielo notturno, con un nucleo giallo con un contorno rosso-arancio.

Secondo il suo racconto, i misteriosi mestieri si sollevarono e si ribellarono altrove sulla superficie del Baikal.

All’incirca nello stesso periodo, Anna Vinogradova, ricordava una vista diversa ma ugualmente strana sull’acqua. «Stavamo in piedi con le tende sulla spiaggia e di notte vedevamo lampi rosso-arancio, come se si trattasse di un enorme incendio», disse.

A Listvyanka nel luglio 2010, una foto scattata da Nikita Tomin, mostra tre luci verdi su un UFO che sorvola la località lacustre della regione di Irkutsk.

Il presidente dell’Unione dei fotografi della Buriazia, Sergey Konechnykh, mostra le foto che ha realizzato nel luglio 2009. Immagini: NTV,  Sergey Konechnykh

“Volava proprio sopra di noi, molto in basso. L’oggetto brillava su di noi con una luce verde. Eravamo un po ‘spaventati “, ha detto.

Ma i conti includono anche “alieni” nelle acque profonde del Baikal. È interessante notare che, a differenza di molti altri laghi siberiani, Baikal non è visto come la dimora di un mostro in stile Loch Ness, ma piuttosto vanta alieni spaziali sotto la sua superficie torbida.

Ad esempio, Vyacheslav Lavretevich, un soccorritore, ha ricordato un incidente ma non ha dato la data. “Eravamo su uno yacht sul lago Baikal, e da sotto di noi volammo fuori un enorme disco luminoso. Ci accecò e per un secondo volò nel cielo.

“Non abbiamo nemmeno avuto il tempo di prendere le telecamere, né fare video, anche se molti di noi l’hanno visto. E ‘stato un enorme – e illuminato tutto il nostro yacht. Di diametro era probabilmente di 500-700 metri, un enorme disco.

‘Per tre minuti brillava dal basso (la superficie), e poi improvvisamente partì in un secondo. Lo spettacolo era enorme, fantastico. Bello e scioccante. ‘

Vyacheslav Lavretevich, un soccorritore, ha ricordato un incidente su Baikal. Oleg Chichulin ha visto strani oggetti vicino a Capo Svyatoi Nos. Immagini: NTV

Oleg Chichulin era anche su una barca, allenando gli studenti. Vicino a Capo Svyatoi Nos videro strani oggetti.

“C’era una palla che brillava. E poi questa palla ha iniziato a svanire, svanire e arrossire. E si è trasformato in una palla rossa. Questa palla rossa rimase per un po ‘sull’acqua, e poi iniziò ad affondare. E tutto questo gradualmente, gradualmente andò sott’acqua. E divenne buio. ‘

Eppure ci sono ancora più intriganti resoconti di alieni sottomarini nel vasto lago.

Nel 1977, quando Leonid Breznev governò il Cremlino, due ricercatori chiamati V Alexandrov e G Seliverstov, erano in un dispositivo sommergibile ad una profondità di 1200 metri nel lago.

I ricercatori hanno spento i riflettori per esplorare la profondità della penetrazione della luce solare nell’acqua. All’improvviso gli scienziati furono immersi nella luce da un insolito “bagliore”.

Aleksandrov ha ricordato: “Era come se il nostro dispositivo fosse illuminato dall’alto e da due forti riflettori. Solo un minuto dopo, proiettori sconosciuti si spensero e ci trovammo nell’oscurità totale. ”

Nel 1977 due ricercatori, V Alexandrov e G Seliverstov, erano in un dispositivo sommergibile ad una profondità di 1200 metri nel lago e osservavano strane luci. Immagine: Vokrug Sveta

Nel 1982, sette subacquei militari sono stati segnalati per aver incontrato alieni sotto le acque del Baikal. Alexey Tivanenko, un dottore della storia, ha dichiarato: “A una profondità di 50 metri, hanno incontrato nuotatori alti circa tre metri, vestiti con abiti argentati aderenti. Non avevano scuba o altri dispositivi, solo caschi sulle loro teste.

“Ricevettero un ordine per catturare l’Ihtiander (metà maschietto e metà squalo dal folklore russo moderno), ma furono immediatamente lavati a riva con segni di decompressione.

“Avevano due dispositivi di decompressione, ma uno era rotto. Non è stato possibile inserire tutte e sette le persone, quindi ne hanno inserite solo quattro. E quelle tre persone, che non sono state messe nel dispositivo, sono morte sulla spiaggia. “

Tivanenko ha paragonato le descrizioni agli antichi petroglifi visti da alcuni come alieni che visitano la Terra. “Ho centinaia di disegni con questi” Figli del cielo “,” ha detto a NTV.

“Sono uniti dal fatto che tutti sono alti, vestiti in completo, tutti con gli elmetti in testa. E oggi ci sono meccanismi usati dagli astronauti. “

“Ho centinaia di disegni con questi” Figli del cielo “, ha detto ad Alexey Tivanenko. Immagini: NTV

Rapporti emersi alcuni giorni fa sui media russi che Spielberg era atteso a Baikal a maggio e che intendeva realizzare un documentario intitolato Depth 211.

Citando il “servizio stampa” di MUFON – il Mutual UFO Network, un’organizzazione con sede negli Stati Uniti che indaga sugli avvistamenti UFO.

Eppure non c’è stata alcuna conferma da parte del regista di Hollywood, che ha realizzato film come Incontri ravvicinati del terzo tipo e ET extra-terrestre, ma non avrebbe ottenuto ulteriori dettagli sul progetto segnalato.

Che siano solo storie inventate ? Oppure sotto La copertura Sovietica si nasconde qualcosa di inqietante ?

Massimo

Massimo
Massimo